Scoperta del Gargano in 4 giorni

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Sfruttando il weekend lungo del Patrono di Pesaro, abbiamo deciso di partire con Baby P, ed insieme ad una coppia di amici, alla scoperta del Gargano. Visitare il Gargano a Settembre è un’ottima idea, per vedere posti meravigliosi, senza il caos turistico.

Abbiamo alloggiato presso uno dei pochi camping aperti in bassa stagione, che si trova a 20 minuti a piedi dal centro di Vieste, e quindi si è rivelato davvero comodo.

Il 24 Settembre siamo partiti presto da Pesaro e siamo arrivati a Rodi Garganico all’ora di pranzo. Dopo una breve passeggiata sul molo del porticciolo, ammirando i locali molto curati, ci siamo fermati a pranzo alla Taverna del Pescatore. Qui abbiamo mangiato piatti tipici della tradizione Garganica, preparati con del buonissimo pesce del giorno.

Salutata la nostra prima tappa, abbiamo proseguito la scoperta del Gargano fino al nostro Camping. Dopo aver sistemato le valige e montato la tenda, ci siamo riposati un’oretta in piscina e poi ci siamo diretti verso il centro di Vieste. Le prime giornate autunnali hanno un clima perfetto per passeggiare alla scoperta delle viuzze. Per cena ci siamo fermati in uno dei locali vicino alla piazzetta principale, e dopo una bella passeggiata per ammirare Vieste illuminata, abbiamo bevuto un drink vista mare.

Il secondo giorno il tempo non ci ha assistito, ma noi non ci siamo fatti scoraggiare. Al primo raggio di sole, abbiamo deciso di raggiungere comunque Cala Pergola, una piccola caletta dall’acqua limpida. Con le calde giornate estive deve davvero essere un piccolo paradiso, ma noi, purtroppo, l’abbiamo vista con il mare mosso ed un tempo pazzerello. Lungo la strada per raggiungere la spiaggia, ci siamo fermati ad ammirare l’Arco San Felice ed il Pizzomunno.

La storia del Pizzomunno, raccontata anche da Max Gazzè, è davvero molto romantica.

Verso l’ora di pranzo abbiamo raggiunto il centro di Vieste e continuato la scoperta dei luoghi del Gargano, perdendoci nelle magnifiche vie di Vieste. E’ possibile ammirare scorci unici e davvero mozzafiato, e ci sono tanti angolini davvero instagrammabili.

La nostra serata è proseguita visitando Peschici, un magnifico borgo bianco e blu. I toni ricordano molto Santorini, che ci è rimasta nel cuore. Per cena ci siamo fermati alla Braceria CARIGLIA. Se avete voglia di mangiare un po’ di carne, vi consigliamo assolutamente questo posticino. Appena arrivati, si deve entrare nella macelleria per acquistare la carne, i contorni, il pane e le bibite. Poi si passa in un grande salone, con un bracere lungo 8 metri, ed il personale si occupa di cucinare per voi la carne scelta.

Anche il terzo giorno siamo perseguitati dal maltempo. Ci svegliamo presto e decidiamo di visitare la Foresta Umbra, raggiungibile in 20 minuti di auto da Vieste. Qui le temperature calano drasticamente, e vi consigliamo di vestirvi bene. Abbiamo fatto una passeggiata molto bella immersi nel verde, godendoci l’inizio del folliage.

La scoperta del Gargano è continuata a Vico Garganico. Qui, ci siamo fermati a pranzo in un ristorante all’interno di una grotta, che era un vecchio frantoio. I piatti erano tutti deliziosi ed il personale davvero gentilissimo. Anche Vico del Gargano è caratterizzata da viuzze molto tipiche, me se decidete di visitarla, non potete perdervi il Vicolo del Bacio e la Cantina didattica di Nello Biscotti.

Dopo aver assaggiato il mosto nella cantina di Nello, abbiamo ripreso la strada verso il camping, per riposarci un paio d’ore prima della nostra ultima cena sul Gargano. Infatti, l’ultima serata, l’abbiamo passata in un posto davvero speciale: ALTRABUCCO DA MIMI. Se volete fermarvi a cena in questo ristorante, molto conosciuto per aver vinto la puntata di 4 Ristoranti dedicata al Gargano, vi consigliamo di prenotare un tavolo qualche giorno prima.

altrabucco da mimi gargano

Prima di prendere la via del ritorno, la domenica mattina, ci siamo fermati al Trabucco San Lorenzo, per assistere, da lontano, all’esperienza della pesca dal trabucco. Se siete interessati a prenotare, per partecipare in prima persona alla pesca, potete farlo a questo link.

scoperta del gargano

Il nostro itinerario alla scoperta del Gargano, purtroppo, si è già concluso, ma contiamo di tornarci presto per continuare a scoprire questa terra meravigliosa.

A presto viaggiatori,

Ele, Signo e Baby P.

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento