Cascate del Niagara

Durante il nostro viaggio di nozze, abbiamo fatto tappa in Canada e non potevamo non visitare le Cascate del Niagara.

cascate del niagara

Da Los Angeles siamo atterrati a Toronto, dove, con una macchina a noleggio, abbiamo attraversato la valle del vino, fatto tappa in un outlet gigantesco e davvero conveniente, e dopo circa 3 ore di auto (senza soste ci vuole circa 1 ora e mezza) siamo arrivati alle meravigliose Cascate del Niagara.

Raggiungendo le cascate in auto da Toronto, abbiamo pagato il parcheggio. Il costo per una giornata intera è stato di circa 20 €. Per fortuna abbiamo trovato posto in uno dei parcheggi che dà accesso diretto alle cascate.

Alle Cascate del Niagara è possibile fare diverse attività e si possono scegliere pass su misura in funzione di quelle che si vorrebbero fare. Noi non abbiamo fatto nessun pass, in quanto abbiamo deciso di prendere solamente la Hornblower, e visitare il resto in autonomia e a piedi.

Lato Canadese o Lato Americano?

Arrivando in auto da Toronto, il primo lato che abbiamo visitato è il lato canadese delle Cascate del Niagara. Dopo aver scattato tantissime foto a questo luogo meraviglioso, però, armati di passaporto abbiamo attraversato il Rainbow Bridge (pagando pochi dollari alla dogana) e siamo arrivati sul lato americano per goderci lo spettacolo anche da li. In questo articolo vi raccontiamo meglio cosa ne pensiamo.

Cascate del Niagara: Cosa fare

Una volta arrivati davanti alle cascate non si può fare a meno di rimanere incantati di fronte a tanta grandezza e potenza.

Le cascate, che nascono dal fiume Niagara, sono tre e sono alte circa 52 m:
Horseshoe Falls (ha l’aspetto di un ferro di cavallo)
American Falls
Bridal Veil Falls (sembrano un velo di una sposa e sono le cascate più piccole).

Le attività che è possibile fare alle Cascate del Niagara sono molteplici tra cui lo Skylon Tower, una piattaforma d’osservazione panoramica delle Niagara Falls, il Journey Behind the Falls, che consiste in un’esplorazione ei tunnel dietro le cascate ed è aperta da maggio ad ottobre, la Crociera Hornblower (dal lato canadese- dal lato americano ha un’altro nome!), che porta i passeggeri sotto alle cascate, il giro in elicottero, un pranzo nella sala girevole della Skylon Tower per una vista dall’alto delle cascate. Inoltre, dal lato canadese, la zona intorno alle cascate, conosciuta come Las Vegas Canadese, è ricca di Casinò e altri luoghi di intrattenimento.

cascate del niagara

Noi abbiamo deciso di visitare le cascate a piedi e di fare solamente la crociera. A piedi ci siamo fermati ogni due passi per scattare foto alle cascate da diverse angolazioni. Poter girare senza fretta e durante una giornata di sole è stato molto rilassante e ci siamo goduti a pieno le Cascate. La crociera, che porta proprio sotto alle Cascate del Niagara, è molto affollata ma permette di vedere le cascate da un’altro punto di vista e di meravigliarsi ancora di più per la loro potenza. Una volta giunti all’imbarco viene dato a tutti i passeggeri un kway. Vi consigliamo di indossarlo e metterlo bene, altrimenti si esce davvero bagnati fradici. Se viaggiate con bambini, portate un cambio per non far prendere freddo ai piccoli viaggiatori.

L’emozione di incontrare la natura e la sua potenza è stata per noi grandissima. Rimaniamo sempre affascinati davanti a questi spettacoli naturali. Nonostante la zona intorno alle cascate, dal lato canadese, ci abbia un po’ deluso perché davvero molto commerciale e costruita, lo spettacolo che offrono le Cascate del Niagara resta unico. Avremmo voluto aspettare i fuochi per vedere le cascate tutte illuminate, ma la tarda ora di programmazione e la strada che ci aspettava per tornare a Toronto ci hanno fatto desistere…chissà che non torneremo e magari dormiremo proprio nei dintorni!

Siete mai stati alle Cascate del Niagara? Quali sono le vostre impressioni?

A presto viaggiatori,

Ele e Signo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: