Lago di Fiastra e Lame Rosse

Ciao viaggiatori,

eccoci di nuovo con il racconto di una gita fuori porta.

Il 30 Aprile, io, Signo, Dock ed un paio di amici abbiamo passato una splendida giornata al Lago di Fiastra. Il Lago di Fiastra è il più grande bacino idroelettrico delle Marche e sorge ai piedi dei monti Sibillini. L’acqua del lago è di un blu intenso, ed è davvero pulita.

Noi siamo partiti da Pesaro verso le 8.30, con il pranzo al sacco e siamo arrivati a destinazione verso le 11. Prima tappa: Trekking per le Lame Rosse. Le lame rosse sono considerate il Grand Canyon delle Marche. Abbiamo lasciato la macchina lungo la strada e siamo partiti con le scarpe da ginnastica e lo zainetto sulle spalle.

Consiglio: con il senno di poi, consiglio di indossare le scarpe da trekking. La passeggiata non è difficile ed è adatta a tutti ma in certi punti è faticosa.

Abbiamo attraversato la diga, davvero spettacolare e ci siamo messi in cammino. La passeggiata all’inizio è davvero tranquilla.

WhatsApp Image 2018-05-02 at 11.02.35.jpeg

Il sentiero è ben segnalato e si cammina bene, tra zone al sole alternate alla rilassante ombra degli alberi. Lungo il percorso abbiamo incontrato davvero tante persone e anche Dock era in allegra compagnia. Vi consiglio comunque di tenere il cane al guinzaglio, perché la passeggiata è affollata. Inoltre non dimenticatevi l’acqua, sia per voi sia per il vostro amico a 4 zampe. Noi, forse anche per l’ora calda, in 3 abbiamo bevuto 4 litri d’acqua solo durante la passeggiata.

WhatsApp Image 2018-05-02 at 11.07.32

Per raggiungere le Lame Rosse, si cammina per 3.5 km (andata e ritorno sono circa 7 km), che noi abbiamo percorso in circa 50 minuti, con alcune tappe per rinfrescarci. L’ultimo tratto è davvero il più faticoso. Una salita sulla ghiaia, sotto lo scoppio del sole, mette a dura prova la voglia di arrivare in cima, ma vedere i monti rossi sullo sfondo ti da la spinta giusta per non mollare!

Arrivati in cima, dopo qualche scatto e una merendina all’ombra, ci siamo incamminati per tornare verso il lago. Il ritorno è davvero più semplice dell’andata, soprattutto perché ricco di discese! 🙂 Infatti in mezz’oretta abbiamo finito la nostra bellissima passeggiata.

Consiglio: la passeggiata è sicuramente adatta ai bambini, infatti ce ne erano tantissimi. Ricordatevi però tanta acqua, merendine, cappello e crema solare! 

Stanchi ma felici torniamo alle macchine e ci mettiamo in cammino per raggiungere una zona con un parco in riva a questo splendido lago. Dopo 10 minuti abbiamo già parcheggiato nel parcheggio gratuito di fronte all’ingresso del parco. Il parcheggio non è grandissimo, perciò in alta stagione e nelle giornate di festa, forse conviene lasciare direttamente la macchina al parcheggio dalla mattina “presto”, e cominciare la passeggiata da qui. La zona è attrezzata di baretto e ristorantino, servizio di noleggio lettini ed ombrelloni, e in estate anche sdraiette da mettere direttamente nel lago e canoe per fare un giretto. C’è anche una grande zona del parco dove poter bivaccare liberamente,  e se siete fortunati, riuscirete ad accaparrarvi anche uno dei tanti tavolini presenti nel parco.

Noi abbiamo pranzato con i nostri panini e poi ci siamo stesi per godere della giornata di sole. L’acqua del lago, che in alcune zone segnalate è balneabile, ed in estate è presente anche il bagnino, era davvero fredda, ma Dock non ha resistito a fare un tuffo. Anche al parco gli amici a 4 zampe erano davvero tanti, motivo per cui Dock è quasi sempre stato legato o comunque controllato a vista e vicino a noi.

Verso le 17 la nostra giornata al lago si è conclusa e ci siamo rimessi sul cammino di casa, con il ricordo di una giornata bellissima.

Il lago è attrezzato con diverse piazzole per i camper e due campeggi che si affacciano direttamente sul lago, quindi se abitate lontano e decidete di passare qualche giorno nelle Marche, niente paura perché ci sono davvero tante soluzioni. Inoltre è possibile fare anche tante altre attività: dalla pesca al giro del lago in barca, dalla visita alle abbazie segnalate sul sentiero delle lame rosse alla visita della grotta dei frati (dicono che meriti davvero una sosta!!) e tante altre ancora. Vi lascio qua il link del sito del turismo della Regione Marche.

Voi cosa avete visitato in questi giorni viaggiatori? Siete mai stati sul lago di Fiastra?

A presto viaggiatori con il racconto di altre avventure,

Ele 

Lascia un commento