Singapore giorno 3: La vista dal Marina Bay

Sveglia presto, valigie chiuse e via che si va a fare colazione. Ci facciamo chiamare un taxi e comunichiamo la nostra destinazione: Marina Bay Sands.

Il tragitto dura poco, e più ci avviciniamo e più siamo emozionati dall’idea di vedere questo hotel. Come arriviamo, il taxista ci scarica le valigie e subito i Concierge si occupano di portarle all’interno. Ci mettiamo in fila per il check in nella speranza che la camera sia già pronta. Mentre aspettiamo ci offrono acqua, succhi e il gelato. Potrei anche stare in fila un altro po’!!

Arriva il nostro turno e la signorina ci comunica che la nostra camera sarà pronta nel pomeriggio, ma possiamo già usare la piscina. Peccato che i costumi siano in valigia, e le valige sono nel deposito. Decidiamo così di uscire e andare alla scoperta dei Gardens by The Bay. Saliamo al piano rialzato dell’hotel e percorriamo la passerella per raggiungere il parco. La vista è magnifica ma il caldo è micidiale.

IMG_4251

Giriamo per questo spettacolo costruito dall’uomo e decidiamo di salire sugli alberi giganti. Il biglietto è economico (10 euro in due!) e la visita merita. Il ponte tra gli alberi è sospeso e si muove abbastanza, quindi sconsiglio la visita a chi soffre di vertigini!

Una volta scesi decidiamo di fermarci in uno dei baretti all’interno del parco per fare merenda. Pessima scelta. Continuiamo la nostra passeggiata fino alle serre, che però decidiamo di non visitare per la coda alle casse (Davvero davvero lunga). Troppo caldo per stare in fila.

Finito il nostro giretto, prendiamo un taxi per raggiungere ChinaTown e come scendiamo ci sembra di aver davvero raggiunto la Cina. I negozi sono tipici ed è pieno di ristoranti. Dopo aver esplorato qua e la ed avere visitato il Tempio Sri Mariamman, un tempio induista, decidiamo che è arrivata l’ora di pranzo e scegliamo un ristorantino pieno di gente locale.

Ordiniamo e al nostro stesso tavolo si siede una coppia di Singapore. Come lo sappiamo? Beh ci siamo diventati amici. Lei è originaria della Cina, e ama questo ristorante perché prepara i piatti come nella reale tradizione cinese, e lui è nato a Singapore, e viene in questo posto solo per amore. Rincuorante. Le bacchette che si utilizzano non sono usa e getta ma si lavano, forse! Ci arrivano i piatti e siamo messi a dura prova. Infatti, sia il mio piatto che quello di Signo sono sporchi. Inizialmente ci siamo chiesti il motivo, poi abbiamo capito che le mani delle cameriere non erano pulite. Occhi chiusi e si mangia. Chiaccherare con i nostri compagni rende l’avventura più piacevole. Ci fanno assaggiare le loro scelte direttamente dal loro piatto, e Signo sostiene che fossero davvero buone.

Lasciamo il ristorante e curiosando qua e la finiamo in una vietta. Incuriosita dall’odore forte entro. E’ il retro di alcuni ristoranti e a vedere le condizioni igieniche e le cucine…Beh per fortuna abbiamo già mangiato!!!

Continuiamo la nostra passeggiata fino al Buddha Tooth Relic Temple, un tempio buddista davvero bellissimo. Abbiamo la fortuna di visitarlo nel mezzo di una cerimonia ed è davvero emozionante. IMG_4302

Usciamo e ci dedichiamo a un po’ di shopping e poi decidiamo di andare a vedere se la nostra stanza è pronta. Inizia ad essere troppo caldo per girovagare.

Arrivati in hotel ci comunicano che la nostra camera è al 54esimo piano della torre 3. Saliamo, e mentre aspettiamo che ci portino le valige guardiamo fuori dalla finestra. La vista ci lascia incantati. Abbiamo ai nostri piedi tutto il Gardens By The Bay.

IMG_4306

Come arrivano le valigie, ci mettiamo il costume e ci fiondiamo in una delle piscine più famose al mondo, l’infinity pool dell’hotel. Saliamo al 57esimo piano e siamo fortunati perchè troviamo due lettini proprio sull’acqua. L’acqua non è caldissima ma vista la temperatura fuori si sta proprio bene. E in più la vista regala un’emozione fantastica.

Le consumazioni ovviamente sono un po’ care, ma anche in questo caso sono davvero deliziose.

Dopo un bellissimo pomeriggio in piscina, siamo tornati in camera per prepararci alla serata. Signo, infatti, ha prenotato dall’Italia una cena da Spago, uno dei ristoranti del Marina Bay. Raggiungiamo l’ultimo piano con un po’ di anticipo e ci concediamo un aperitivo prima di cena. Non c’è che dire, la vista da quassù è sempre emozionante. E alcuni ancora fanno il bagno!

Verso le 21 ci avviamo al ristorante, un localino sofisticato e con pochi coperti. Il menù è ricco di piatti europei e così ci sentiamo un po’ a casa. La cena è davvero deliziosa ed il personale super attento a tutte le esigenze.

Finita la cena, scendiamo al piano terra e girovaghiamo per il Marina Bay. Raggiungiamo il Casino’ e ci stiamo una mezz’oretta. E in così poco Signo fa in tempo pure a vincere. A questo punto, l’idea è quella di andare a nanna, ma ci arriva un messaggio da Nicol e il suo ragazzo, una coppia di Cape Town conosciuta nel pomeriggio e li raggiungiamo al “Ce La Vie”, un localino sempre al 57esimo piano. Qualche drink, un po’ di musica e le due di notte arrivano di corsa. Anche questa giornata bellissima deve giungere al termine, domani ci aspetta un aereo. Prossima Tappa Malesia, ma per stanotte ci addormentiamo con Singapore negli occhi e nel cuore.

A prestissimo con la nostra esperienza nella foresta Malese.

Ele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: