In viaggio con i Bimbi

Oggi con questo post vi racconto la mia esperienza sui viaggi con i bambini, come organizzarsi, dove andare e piccoli trucchi per far si che il viaggio non si trasformi in un incubo.

28241_1371403802782_7367970_n

Partiamo dall’organizzazione, Viaggiare con i bambini è un’esperienza unica, vedere il mondo con i loro occhi e rispondere alle loro mille domande ci fa rendere conto che spesso guardiamo senza osservare a fondo. Loro ci chiederanno il perché di ogni cosa e noi dobbiamo essere pronti a rispondere.
L’ideale sarebbe potersi documentare prima di partire o giorno per giorno, preparandosi la sera precedente su ciò che si prevede di visitare. In caso non fosse possibile può essere utile avere in mano una guida che ci possa supportare in questo, diciamo che oggi anche una buona connessione internet può aiutare, ma di sicuro agli occhi del bambino un genitore che sa spiegare le cose senza dover far ricorso a nulla, sarà sicuramente più efficace.


Ovviamente nel decidere la meta occorre tener conto dell’età dei bambini, ma sappiate anche che per catturare la loro attenzione basta poco. Ricordo ancora un viaggio fatto ad Orvieto, dove una miniguida ha fatto entusiasmare con i suoi racconti, grandi e piccini. Il ragazzo parlava un linguaggio semplice anche per spiegare le cose più complicate ed aveva trovato il modo di coinvolgere tutti i bimbi del gruppo nelle sue spiegazioni, è stata una bellissima esperienza, e da lì abbiamo imparato che una buona guida (specificando l’età dei bambini nella prenotazione) può davvero fare la differenza.

29861_408816117248_318436_n
Altra cosa importante nel’organizzazione di un viaggio con bambini è l’intrattenimento durante il viaggio.
Io mi ero organizzata con dei libri di favole formato tascabile, certo le immagini non erano bellissime, ma le favole lette dalla mamma erano, soprattutto in macchina o in camper, un bel sonnifero. Se i bambini sono in grado di leggere da soli, si può optare per libri per ragazzi o fumetti. Si può far ricorso anche i lettori DVD portatili, ma io preferisco comunque una bella lettura.
E’ importante tenere sempre a portata di mano degli snack, succhi di frutta e dell’acqua, nei momenti più difficili, possono essere una valida distrazione. In viaggio sono consentiti anche quei cibi che normalmente molte mamme vietano, tipo brioches, patatine o snack, in fondo anche i bimbi sono in vacanza!


Io ho sempre viaggiato con degli zainetti capienti, che mi consentissero di avere tutto a portata di mano e allo stesso tempo di avere le mani libere per tenere i bambini ed avere libertà di movimento. Ora gli zainetti sono tornati di moda, ma anche quando erano out, nei miei viaggi sono sempre stati dei fedeli alleati.
Ultimo consiglio, se avete bimbi vivaci e faticate a tenerli a bada, usate un piccolo trucco,
nell’organizzazione del viaggio, mettete come ultima tappa qualcosa di attraente per loro (noi di solito inserivamo un parco giochi ), saranno più stimolati a rispettare le regole sapendo che c’è un bel premio ad attenderli.


Spero di essere stata utile, e vi esorto a viaggiare tanto con i vostri figli, non importa dove andate, magari anche una gita fuori porta, la cosa importante è che viaggiando regalate ai vostri figli emozioni che non scorderanno mai.


A presto,

Mamy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: